venerdì, dicembre 02, 2016

Abbellire il tuo giardino grazie ai bulbi da fiore: ecco come fare!


Avere un bel giardino fiorito o un bel terrazzo tempestato di bellissimi fiori è un sogno molto comune. Non tutti, però, hanno le conoscenze e i mezzi per riuscire ad ottenere il giardino dei propri sogni e riuscire a curare e a far crescere le piante fiorite può risultare molto difficile.
In realtà, però, esiste un grandissimo numero di varietà di bulbi da fiore che, non solo sono estremamente facili da piantare, ma che in molti casi danno vita a piante fiorite molto resistenti e che hanno bisogno di pochissime cure. Questo le rende ideali per abbellire i giardini e i terrazzi anche di coloro che non credono di avere il pollice verde, perché basta seguire pochi e facili consigli per ottenere ottimi risultati.
Nelle prossime righe, dunque, vi spiegheremo passo per passo come ottenere delle splendide piante da fiore nel vostro giardino e quali tipologie di bulbi da fiore preferire. Vi raccomandiamo, dunque, di leggere ciascuna descrizione con attenzione perché, sebbene i bulbi da fiore abbiano molte caratteristiche in comune, ognuno di loro ha necessità di differenti cure. Puoi anche trovare più informazioni a riguardo su florablom.com


Le migliori specie di bulbi da fiore


Le specie di bulbi da fiore sono veramente tantissime. Come vi abbiamo accennato, alcune di esse hanno molti aspetti in comune, il che potrebbe invogliarvi a comprarne di più tipi e di coltivarle tutte insieme in vista della primavera. Ma fate bene attenzione, perché ogni specie è diversa dall’altra e, soprattutto, esistono bulbi da fiore che danno vita a piante più resistenti e altri, invece, che generano piante più delicate e che quindi hanno bisogno di maggiori accorgimenti.
Qui di seguito, dunque, vi illustreremo quelle che, secondo noi, sono le migliori varietà di bulbi da fiore, nonché come piantarle e le operazioni di manutenzione che richiedono.


Bulbi da tulipani


I tulipani sono, forse, tra i più conosciuti fiori che hanno origine dai bulbi. Sono disponibili in tantissime varianti e colori diversi, e questo li rende ideali a donare un tocco di colore al vostro giardino. Sono, inoltre, dei fiori abbastanza resistenti e amano il sole e le grandi quantità di acqua. Non amano, però, il vento e, quindi, è consigliato piantarli in luoghi riparati.
I bulbi da tulipani vanno piantati nel periodo che va da ottobre a dicembre e fioriscono, generalmente, in primavera (il mese della fioritura cambia a seconda della specie di tulipani prescelta). Questi vanno piantati ad una profondità pari alla metà dell’aspettativa di crescita dello stelo, in un terreno sabbioso e abbastanza drenato.


Bulbi da bucaneve


Non meno conosciuti dei precedenti, i bucaneve sono dei fiori molto eleganti e dal colore bianco latte. I bulbi da bucaneve vanno piantati da settembre a dicembre, ma fioriscono verso la fine dell’inverno (caratteristica dalla quale ha origine il loro nome). Questi fiori resistono anche alle basse temperature, ma vanno piantati in un luogo all’ombra perché non amano il calore.
Vanno piantati in normale terra e terriccio da giardino ad una profondità di circa 5 centimetri e ad una distanza, l’uno dall’altro, di circa 2 centimetri.


Bulbi da narcisi



Anche questo fiore è molto amato e conosciuto grazie al suo aspetto regale e al suo odore inebriante. Tra tutti i bulbi da fiore che vi abbiamo menzionato, questo è quello che dà vita alla tipologia di pianta più resistente. I narcisi, infatti, necessitano di poche cure e di poca acqua, per evitare che il terreno sia troppo umido. Vanno piantati ad una profondità di 10 centimetri e ad una distanza di 5 centimetri l’uno dall’altro. Anche per questa tipologia di bulbi, la stagione ideale nel quale piantarli è quella autunnale.
Share:

domenica, luglio 17, 2016

Dieta per dimagrire 10 kg facilmente



A volte si vuol dimagrire senza nessuno sforzo e senza praticare attività fisica. Questo, è possibile ma non è per niente salutare e per altro non è consigliato in quanto è davvero difficile. Fare una dieta dimagrante è importante per raggiungere lo scopo di un fisico agile e snello. 

Dieta per dimagrire 10 kg facilmente


Per riuscire a dimagrire facilmente 10 kg, bisogna praticare un po’ di attività fisica ed eseguire una corretta alimentazione e dieta. L’alimentazione e l'esercizio fisico consentono di avere risultati davvero sorprendenti. Per poter dimagrire occorrono solo dei piccoli accorgimenti, ovvero:
  • - Evitare spuntini Ipercalorici: in prossimità di un pasto è meglio sostituire i cibi ipercalorici con un frutto.
  • - Movimento: Iniziate a innovare il vostro stile di vita in modo che la vostra linea ne trarrà benefici.
  • - Rinunciare alle bevande zuccherate: Evitate bevande alcooliche e gassate. Così facendo eviterete di mettere dentro il vostro organismo calorie che non occorrono affatto.
  • - Bere tanto: bevete almeno 2 litri di acqua al giorno. L’acqua è fondamentale per il nostro organismo. Ci aiuta a depurare e idratare il corpo. 
  • - Allenarsi con i pesi: I pesi servono al nostro corpo a realizzare una massa magra e a spendere più calorie anche a riposo.

Consigli


Ecco dei trucchi semplici ed efficaci per dimagrire 10 kg in modo facile, veloce e senza troppe rinunce: 

Consumare pasti frequenti ma a quantità ridotte 


Il segreto di un'alimentazione corretta sta nel distribuire i cibi mediante il corso della giornata, in modo da consentire all'organismo di bruciare le calorie in modo efficiente. Dunque, bisogna consumare 5 o 6 piccoli pasti al giorno. 


 Masticare bene 


Mangiare lentamente, masticando bene ad ogni boccone. Infatti il senso di sazietà raggiunge il cercello entro circa 15 minuti dall'inizio del pasto.

Bere dell'acqua prima di ciascun pasto


Bevete un bicchiere d'acqua minerale mezz'ora prima del pasto, in modo da diminuire la sensazione di appetito e ti sazierai prima. Per lo più, l'acqua ha la proprietà di stimolare il metabolismo dei grassi.

Non cenare dopo le ore 20:00


Questo perchè a partire da quest'ora il metabolismo mette in funzione il suo "programma di risparmio energetico", consumando una minore quantità di calorie.


Alimentati spesso di fiocchi d'avena


In base ad alcuni studi effettuati negli Stati Uniti, i fiocchi d'avena sono considerati dei inibitori di grassi, oltre ad essere sazianti.


 Evita di mangiare cibi precotti



I cibi precotti contengono una elevatissima quantità di grassi e anche di zuccheri. Quindi è consigliato acquistare alimenti freschi e cucinare personalmente i piatti.

Muoversi


La perdita di peso è difficile da ottenersi senza esercizio. L'esercizio, come già abbiamo detto,vi aiuterà a conseguire i vostri obiettivi di fitness e a raggiungere il peso desiderato in modo più veloce ed efficiente rispetto con la sola dieta. Bisogna iniziare un regime come: correre, camminare, ballare oppure lo yoga. È possibile frequentare qualunque attività fisica che coinvolge ad aumentare la frequenza cardiaca.

Il nuoto


Il nuoto, praticato circa un'ora per 2 o 3 volte alla settimana, è fra tutti gli sport, quello che consente di bruciare velocemente più calorie.




Share:

giovedì, luglio 14, 2016

Miele grezzo caratteristiche e benefici


Miele grezzo caratteristiche e beneficiCaratteristiche Miele grezzo



Il miele grezzo estratto a freddo è frequentemente presentato come “oro liquido” per le sue proprietà antibiotiche altamente terapeutico, antifungini, antisettico, antivirali, anti-aging e antitumorali. Il miele grezzo dà tanti più vantaggi del miele regolarmente in commercio in quanto è ricco di enzimi attivi, aminoacidi, vitamine, minerali e acidi grassi che sono vitali per mantenere la salute del corpo e per prevenzione delle malattie... Il miele è una miniera di calcio, rame, ferro, cloro, magnesio, manganese, potassio, fosforo, cobalto, silicio, sodio, zolfo. Per lo più è fonte di vitamine: B1, B2, B3, B5, B6, B8, B9, C e di enzimi, dei quali più essenziali sono l'invertasi e la saccarasi. Il miele si digerisce benissimo poichè è scarso di saccarosio. 





La sua assimilazione non chiede nessuno sforzo da parte dell'organismo. Coloro che risentono di disturbi digestivi non avranno che da guadagnarne nel rimpiazzare il miele allo zucchero. E' consigliato nella dieta per l'ulcera gastrica. Inoltre è particolarmente indicato sin dalla nascita, nelle diete per l'infanzia. E' un'ottima abitudine supplire il miele allo zucchero nei cibi destinati ai bambini. Va mangiato con moderazione, poichè abusandone può provocare, anch'esso, fenomeni di acidificazione del sangue e demineralizzazione dello scheletro. Sia per i bambini, sia per gli adulti si consiglia una dose media pari ad un cucchiaio al giorno. E' importante non scaldare il miele oltre i 37 gradi centigradi, perchè uccidereste gran parte delle sue proprietà vitali . Optate per il miele grezzo non filtrato e raffinato, in quanto è il solo ricco di tutti i suoi componenti.



Leggi anche : Utilissimi usi del miele grezzo in casa


Benefici del miele grezzo



Il miele grezzo fornisce immediata energia e dà risultati benefici per la salute quotidiana. Esso serve un pò a tutto:
  • Biostimolante, utilissimo in gravidanza, nell'allattamento, in convalescenza...


  • Nell' infanzia: è adatto per dolcificare il latte vaccino al lattante, utile per la crescita, il metabolismo, la calcificazione ossea e anche quella dentaria.


  • Apparato digerente: adeguato in caso di stomatiti ,ulcere, gastriti e gastropatie, coliti, squilibri della flora batterica, intestinale, stipsi, disturbi di assimilazione e insufficienze digestive, insufficienze epatiche di varia origine, cicatrizzante, emolliente.


  • Sfera neuropsichica: contribuisce all'azione riequilibrante, tonica e ricostituente, sedativa , contro l'enuresi dei bambini (ovvero la pipì a letto).


  • Apparato respiratorio:bronchiti, tosse, raffreddore, influenza, sinusiti, faringiti, tonsilliti, asma, aumenta le difese dell'organismo, ha azione antisettica e antibiotica, ed è emolliente ed espettorante.


  • Apparato urinario: tutte le affezioni delle vie urinarie.



  • Apparato cardiovascolare: anemie, alterazioni del ritmo, insufficienze coronariche, coadiuvante dei farmaci cardiotonici.


  • Stati febbrili: favorisce la defervescenza (abbassamento della febbre).


  • Metabolismo: quando c'è magrezza. denutrizione, diabete lieve, anoressia, astenia, ritardi di crescita e cattiva dentizione.


  • Sfere diverse:cali di energia, crampi, intossicazioni, debolezza muscolare e anche ossea.


  • Uso esterno: utile sulle articolazioni doloranti in caso di gotta. Su piaghe infette, scottature, ulcere, ustioni, pruriti anali e da varie dermatosi.


Queste sono le azioni sull'organismo studiate e sperimentate. Ancora tante altre non sono state sufficientemente documentate.



Come viene trattato il miele grezzo? ecco un fantastico video



Share:

martedì, luglio 12, 2016

Dieta per dimagrire 10 kg in una settimana in modo sano




Per coloro che non ne fossero a conoscenza, per dimagrire 10 kg in una settimana un buon consiglio è quello di cercare di cibarsi di alimenti ricchi di acqua nei pasti principali, fra cui spiccano: zucchine, pomodori, cetrioli, ecc... in maniera da diminuire al massimo il consumo di calorie con la possibilità di perdere chili soltanto in una settimana. Oltre alle verdure elencate di già, esistono anche molti altri cibi pieni di acqua come le minestre, i passati di verdure e insalate di ogni genere. Ovviamente è importante bere 2 litri di acqua al giorno. Se veramente il vostro obiettivo è quello di perdere peso occorre bruciare più calorie rispetto a quelle che assumete, in poche parole più movimento e meno cibo.

Dieta per dimagrire 10 kg


Per perdere chili e sgonfiare il vostro fisico bisogna fare attenzione ai carboidrati complessi, cioè: pane, pasta, pizza, zuccheri...poichè possono creare un veloce aumento di peso. Bisogna puntare su prodotti integrali. Se desiderate dimagrire in sette giorni è opportuno anche consumare molte proteine, perchè quest’ultime aiutano a tenere la massa muscolare, inoltre saziano e particolarmente si occupano di regolare il funzionamento del metabolismo. Privilegiate cibi come carne bianche, pesce, cibi a base di soia o legumi. Siate concreti e non pretendete troppo, l'una cosa essenziale è non vivere la dieta come un'ossessione! Riassumendo ecco i consigli che occorrono per perdere 10 kg in una settimana in modo sano e vedrete che i risultati non tarderanno ad arrivare:

Dieta per dimagrire 10 kg in una settimana : Mangiare sano





Eliminate dalla vostra alimentazione insaccati e cibi fritti, preferite le carni bianche invece delle rosse ed evitate le bevande gassate, le merendine, i dolci e la frutta secca. Mangiate molta frutta e verdura e soprattutto mangiate con moderazione senza esagerate. Altra regola: mai saltare pasti e in caso di fame concedetevi uno spuntino (un frutto o uno yogurt).


Attività fisica costante



Praticare uno sport almeno 2-3 volte a settimana in modo regolare, optate per ciò che più vi piace per rendere questa regola più semplice da seguire. Creare un giusto ritmo di attività fisica, fare i giusti esercizi per rendere più elastico il corpo e prevenire così eventuali strappi muscolari. Ricordate che la determinazione è tutto, senza di quella non potrete vedere risultati a lungo termine.


Determinazione


Dieta per dimagrire 10 kg in una settimana in modo sano



Altro passo fondamentale verso il dimagrimento rapido risiede nel tenere a bada i bruttissimi attacchi di fame che vengono improvvisamente. Non perdetevi mai d'animo e non cedete ad una fetta di torta invitante oppure ad un gelato... Sarà dura, ma dovete essere determinati e seguire la vostra dieta sino in fondo senza mollare.


Share:

venerdì, luglio 08, 2016

Dimagrire 10kg con attività fisica



Tanti individui presentano problemi di sovrappeso, ciò è dovuto ad un’alimentazione sbagliata e ad uno stile di vita sedentario. Lo scopo di arrivare a perdere 10 kg richiede un grandissimo impegno ed è necessario essere seguito sicuramente da un dietologo o da un nutrizionista. 



Dimagrire 10kg con attività fisica


I soggetti che non soffrono di particolari patologie possono scendere di peso praticando attività fisica e assumendo un po’ meno calorie di quante ne consumano. Ma per dimagrire in modo corretto è necessario conoscere sia le origini della corretta alimentazione sia esercitare attività fisica nel modo adeguato, seguendo alcune regole.


Rischi per la salute



Il sovrappeso e l’obesità elevano il rischio di contrarre malattie, che possono essere anche gravi. I vari fattori negativi per la salute legati all'obesità, la fanno valutare una delle più importanti malattie della società occidentale. L'obesità è associata a patologie cardiovascolari (come ictus, infarto e ipertensione), diabete di tipo 2, patologie del fegato, sindrome metabolica, inoltre è legata a problemi debilitanti come gotta,osteoartrosi, malattie polmonari, ecc...sino al cancro della mammella, della cistifellea, del colon e dell’endometrio.






È importante prestare attenzione alla qualità e alla quantità dell’esercizio fisico. Scegliete un’attività fisica che vi piace, che sia compatibile con i vostri orari e le vostre abitudini, in modo da poterla praticare con costanza. Tuttavia ricordate che se siete obesi, in sovrappeso oppure se non praticate esercizio fisico da tanto tempo, dovrete cominciare con moderazione ed arrivare pian piano all’obiettivo che vi siete proposti. 




L’attività fisica più adeguata a bruciare grassi è quella aerobica (come camminare, bicicletta ecc...) praticata a un’intensità moderata. Dunque preferite attività come andare in bicicletta, camminare, nuotare o fare acquagym: questi esercizi hanno il vantaggio di consentire una notevole spesa energetica senza praticare un elevato stress articolare.

Gli specialisti suggeriscono di dimagrire al massimo 1,5 kg a settimana, per cui il traguardo di perdere 10 kg può essere raggiunto nell’arco di circa 2 mesi. Quindi riepilogando, per dimagrire 10 kg occorre seguire delle regole, quali:

Attività fisica


È importantissimo associare alla dieta un esercizio fisico. Può trattarsi anche solo di una camminata, ma con la durata di minimo 30 minuti.


Non saltare i pasti


È vietato saltare i pasti o sostituirli con integratori oppure prodotti che sono rinomati come "miracolosi".

Variare gli alimenti



Diversificare gli alimenti ed imparare a cucinare cibi che sconosciamo o che non siamo soliti usare. Non cibarsi di alimenti già pronti e confezionati poichè contengono un’eccessiva quantità di grassi.

Spuntini


In caso di fame al di fuori dei cinque pasti principali è bene consumare verdura cruda.


Tipologia di cottura


Evitare cotture troppo grasse, come le fritture. È meglio invece mangiare la verdura cruda, al vapore o grigliata.

Essere positivi


Iniziare la dieta in uno stato d’animo positivo. Bisogna essere sereni e concentrati per poter affrontare le difficoltà e raggiungere il proprio obiettivo.



Share:

domenica, luglio 03, 2016

Forfora rimedi naturali

Forfora rimedi naturaliLa forfora è un problema molto diffuso che riguarda soprattutto gli uomini ed è provocato dal cuoio capelluto che presenta una eccessiva desquamazione. Succede che le cellule morte lasciano il posto a quelle nuove. Quando avviene questo cambio regolarmente la perdita di cellule morte risulta molto leggero ed invisibile senza provocare problemi di forfora.

Quando invece si ha un ricambio rapido ed eccessivo di cellule epiteliali ecco che compaiono nel cuoio capelluto una grande quantità di squame biancastre, visibili ad occhio nudo sia fra i capelli che sulle spalle del soggetto interessato, che danno origine a questo inestetismo.


Le cause che provocano la forfora sono diverse: una scorretta alimentazione, la pelle troppo secca, lo stress prolungato, poca pulizia dei capelli oppure anche un’allergia causata dai prodotti cosmetici per i capelli, oppure ancora una grande produzione di grasso da parte dell’organismo con conseguente pelle unta.



Rimedi naturali contro la forfora


Se la forfora si presenta in maniera leggera, basta soltanto lavarsi i capelli tutti i giorni con uno shampoo delicato per rimediare il problema, invece, se il problema si presenta in modo eccessivo è possibile ricorrere all’uso di prodotti specifici per la forfora acquistabili in farmacia. Tuttavia è possibile ricorrere anche ad alcuni rimedi naturali contro la forfora:


  • Un rimedio naturale noto ed apprezzato contro la forfora è rappresentato dall’ortica: occorrono 100 gr. di ortiche e fatele bollire per mezz’ora in una pentola con mezzo litro di aceto e mezzo litro d’acqua. Sono disponibili in farmacia anche gli estratti. Nel momento in cui il composto si è raffreddato filtratelo ed usate la lozione per frizionare i capelli dopo il lavaggio. Ripetere il trattamento 2 volte a settimana.


  • I semi di erba medica sono anche uno dei rimedi naturali per combattere la forfora. Una manciata di semi lasciati a bagno in una ciotola con dell’acqua per una notte, formano un composto che va messo sulla testa per circa 20 minuti al termine dei quali si procede con il lavaggio dei capelli.



  • L’olio di melaleuca è un olio essenziale di origine naturale con proprietà antibatteriche, antisettiche e regolarizzanti del sebo. Questo olio essenziale è uno dei pochi, assieme a quello della lavanda, che può essere usato puro sulla pelle.


  • Fra i rimedi naturali per contrastare la forfora risultano efficaci l’impiego di fiori di malva e dell’argilla. Con i fiori di malva si prepara un decotto che vai poi impiegato sull’argilla per realizzare un impasto cremoso da applicare sulla testa sino a quando non si secca. Infine ci si lava la testa. Il rimedio è testato ed efficacissimo.


  • Ulteriore rimedio naturale usato per combattere la forfora lo si può preparare con del rosmarino. Tritare un pò di foglie secche di rosmarino sino a ridurle in polvere, aggiungervi un po’ di sale fino ed usare il composto per massaggiare la cute della testa 3 volte a settimana.




Share:

sabato, luglio 02, 2016

Ansia rimedi


 Cos'è l'ansia: quali sintomi 



Ansia rimedi

L’ansia costituisce l’energia vitale che vuole venire a contatto con la nostra coscienza. Ci si sente ansiosi perchè non ci sentiamo necessari, utili, perchè non si trova un senso nelle cose che facciamo...Si è ansiosi perché si perde il senso della vita.

Nell’ansia appare la presenza di sintomi psichici come:
·         
  • Nervosismo
  • Tensione
  • Insonnia
  • Eccessiva preoccupazione per se’ e per gli altri
  • Facilità al pianto
Inoltre appaiono anche dei sintomi somatici che possono interessare tutto l’organismo:

  • Palpitazioni
  • Vertigini
  • Nausea
  • Aumento della sudorazione
  • Disturbi della sessualità
  • Disturbi visivi
  • Emicranie
  • Debolezza
  • Tremori
  • Aumento della frequenza respiratoria
  • Coliti



Come curare l'ansia




Per ritrovare la calma e l'equilibrio occorre combattere l’ansia. Imparare a diventare semplicemente noi stessi, con i propri limiti e le proprie imperfezioni, ci darà quel senso di pace interiore, di realtà e di appartenenza alla vita!
Per accompagnarci alla riscoperta della serenità possiamo ricorrere ad alcuni rimedi naturali come piante e fiori:
  • Camomilla

È il rimedio più rinomato. Ricorrendo alla camomilla ci sentiamo meglio perché la pianta contiene proprietà sedative, grazie alla presenza di flavonoli. Alcune componenti agiscono sui recettori del cervello quasi allo stessa maniera di alcuni farmaci, come ad esempio il Valium. In base ad uno studio della University of Pennsylvania Medical Center di Philadelphia, i soggetti che soffrivano d'ansia e che hanno preso la camomilla per 8 settimane, hanno visto i loro sintomi alleviarsi in modo progressivo.
  • Fare attività fisica per almeno 21 minuti

 Ventuno minuti per liberarsi dall'ansia e tornare a respirare. L'attività fisica aiuta il corpo a rilassarsi e  dopo 20 minuti di esercizio fisico cominciamo a sentirne i benefici. Non bisogna per forza andare in palestra, bensì fare il giro più lungo per recarsi a lavoro.

Il tè verde contiene un aminoacido chiamato L-teanina, che ha effetti calmanti.
  • Inspira ed espira

 In caso di forte stato d'ansia si tende a respirare con la parte superiore del torace: in questo modo il ritmo respiratorio diventa più veloce e andiamo in iperventilazione riducendo così l'ossigenazione del sangue. E' importante imparare a controllare la respirazione per riuscire a regolare il ritmo e per cominciare finalmente a rilassarci. Prima di tutto dobbiamo assumere una comoda posizione.
  • Luppolo

Il luppolo ha proprietà terapeutiche poco conosciute. Esso ha un effetto calmante sull'organismo. Associato  alla camomilla o alla menta, il luppolo può essere un rimedio valido contro l'ansia. Tisane e preparati a base di luppolo possono essere buoni anche contro i disturbi del sonno.
  • Melissa

 È usata come rimedio naturale contro ansia e stress. Infatti è costituita da proprietà sedative e spasmolitiche e aiuta a risolvere i problemi di insonnia.
  • Lavanda

Il profumo della lavanda ha un effetto "anti-infiammatorio" sul nostro sistema emotivo. Sono state confermate le sue proprietà sedative.
  • Valeriana

La valeriana comprende la categoria dei rimedi naturali che ti "sedano".  È un ottimo aiuto contro l'insonnia e i problemi legati al sonno.
  • Sauna

Scaldare il nostro corpo diminuisce le tensioni muscolari e riduce i livelli di ansia. Per lo più scaldarsi mediante l'esercizio fisico, può aumentare ancor di più il buonumore.
  • Fai colazione

E' importante cominciare da subito a combattere l'ansia, quindi è consigliato fare una abbondante colazione, propendendo per i cereali integrali, la frutta secca e yogurt magro senza zucchero.




Share:

Indigestione migliori rimedi


Che cos'è l'indigestione




Indigestione rimediL’indigestione è un disturbo che si manifesta nel momento in cui lo stomaco si riempie troppo velocemente, dapprima che il cervello riceva dagli ormoni il segnale della sazietà. In aggiunta al cibo solido nello stomaco, anche il gas può estendere l’intestino (meteorismo), provocando ulteriori problemi. E' un disturbo che dà una serie di sintomi, più o meno pesanti a seconda dei casi. Può comparire sia dopo un pasto troppo ricco e abbondante, sia in caso di assunzione di nuovi alimenti rispetto alle proprie abitudini.

I fattori responsabili che generano l’indigestione


Le cause dell'indigestione sono dovute anche da ulteriori motivi:
  • cibi grassi in dosi massicce, bere troppo caffè o troppo alcol 
  • lo stress emotivo prolungato e il fumo di sigaretta possono causarla
  • assumere abitualmente dei farmaci può danneggiare l’intestino provocando problemi nella digestione.

Sintomi più comuni dell’indigestione sono:



  • dolore e tensione addominale;
  • senso di pienezza;
  • rigurgito di cibo o di succhi gastrici acidi;
  • bruciore allo stomaco;
  • nausea e vomito accompagnati da sudorazione fredda;
  • malessere generale ed eccessiva salivazione.

A sua volta l’indigestione può divenire il sintomo di malattie specifiche, fra cui colecistite, pancreatite acuta o cronica, gastrite acuta o cronica, ulcera gastrica o duodenale. Di solito la complicazione più frequente è il vomito, oppure possono verificarsi improvvise e rapide perdite di peso, con delle conseguenze rilevanti per l’organismo.


Rimedi naturali


La natura offre vari rimedi naturali per l'indigestione. Esistono rimedi della nonna che aiutano a far passare il fastidio e la difficoltà di digestione:
  • mezzo bicchiere di succo di ananas consumato prima di ciascun pasto può dare benefici nel trattamento della indigestione
  • un buon decotto di salvia, realizzato con quattro cucchiai di salvia messi a bollire in un litro d’acqua calda per due minuti, è un rimedio eccezionale per lo stomaco in digestione
  • In caso di problemi digestivi mescolare un cucchiaio di succo di limone, uno di zenzero e due di miele in un bicchiere di acqua distillata
  • è efficace nel trattamento dei disturbi digestivi uno o due cucchiaini di succo di coriandolo, aggiungendo del burro fresco
  • masticare per 5-10 minuti, un pezzetto di zenzero fresco prima dei pasti
  • l'arancia è l'uva sono altri rimedi efficaci contro l’indigestione, agendo sugli organi digestivi 
  • si consiglia di posizionare una borsa con il ghiaccio sullo stomaco per circa mezz’ora o un’ora dopo i pasti

  • mangiare mezzo cucchiaio da thè di anice
  • giornalmente, frizionare il corpo con acqua fredda e calda alternata
  • bere bicarbonato di sodio e acqua in uguali parti, dà un sollievo immediato
  • aggiungere un cucchiaio di semi di cumino in un bicchiere di acqua e bere.


Share:

venerdì, luglio 01, 2016

Denti bianchi rimedi naturali

Un sorriso splendente è di sicuro caratterizzato da una bocca sana, curata e sopratutto da denti bianchi, privi di antiestetiche macchie gialle o marroni. Ciascuno di noi sviluppa un colore di denti differente, alcuni sono più vantaggiati di altri che al contrario hanno una dentizione grigia oppure tendente al giallo. 


Denti bianchi rimedi naturali


E' possibile prevenire il peggioramento della situazione mediante una corretta igiene orale.


Come sbiancare i denti



In passato per sbiancare i denti utilizzavano dei rimedi naturali che ancora oggi costituiscono importanti accorgimenti per migliorare l'estetica del sorriso. I trattamenti naturali di sbiancamento dentale sono numerosi ma non sono tutti uguali, perchè alcuni sono più delicati e poco costosi, mentre altri sono più aggressivi e possono danneggiare lo smalto dei denti. Come già abbiamo detto, sono tanti i rimedi per ottenere i denti bianchi: possono essere effettuati sia in casa, che richiesti al proprio dentista, eccone alcuni da fare in casa:


Mangiare tante mele


Mangiando frequentemente le mele a morsi e con la buccia si ottiene un leggero sbiancamento. Ciò è dovuto al fatto che gli acidi della mela che si liberano nella fase della masticazione hanno un effetto leggermente schiarente. Questo rimedio è innocuo e senza nessuna controindicazione, tuttavia gli effetti sono blandi e piuttosto difficili da vedere ad occhio nudo.



Acido malico


Si tratta di un acido contenuto nella frutta che a giuste dosi, dà un leggero potere schiarente e potrebbe essere dunque un aiuto per sbiancare i denti in maniera del tutto naturale. Particolarmente l’acido malico si trova nelle mele, nell’ananas e in altra frutta di semplice reperibilità. È importante però ricordare che per il fatto stesso di essere un acido, l'eccesso di questa sostanza può divenire nocivo per la salute dei denti.


Aceto di mele



Per sbiancare i denti e pulirli dal tartaro si possono fare gli sciacqui con un cucchiaino di aceto di mele diluito in un bicchiere d’acqua, giovando tutta la bocca soprattutto nel caso di gengive infiammate, perchè l'aceto di mele contiene molti enzimi ad azione antibatterica. Anche in questo caso bisogna non eccedere nell’uso.



Bicarbonato di sodio


Il bicarbonato di sodio ha un ottimo potere sbiancante, grazie alla reazione chimica che consiste nel rilascio di anidride carbonica quando entra contatto con sostanze acide. La schiuma che si viene a creare asporta i residui biologici sui denti, esercitando una pulizia molto profonda rispetto lo spazzolino. Può essere efficace a rimuovere le macchie localizzate come quelle causate da fumo o caffè


Bucce di banana

E' poco conosciuto ma le bucce di banana possono fare un trattamento sbiancante 100% naturale. E' nota per il suo elevato contenuto di sali minerali (come magnesio e potassio) benefici per la salute di ossa e denti. Occorre lavare prima i denti con lo spazzolino e di seguito sfregare l’interno della buccia di una banana sulla superficie dentale per almeno 2 minuti, infine risciacquare bene la bocca con lo spazzolino. Non vi è alcun effetto collaterale ma l’effetto sbiancante è molto limitato.


Limone


Il succo di limone ha un elevato contenuto di acido ascorbico che a contatto con l’ossigeno produce il perossido di idrogeno ad elevata azione sbiancante. Bisogna massaggiare la polpa del limone sui denti precedentemente lavati. Questo rimedio naturale è indicato su denti ingialliti, bensì il sapore a molte persone non risulta molto gradevole.



Salvia


Le foglie di salvia strofinate sui denti, sembra che liberino dei principi attivi con conseguente effetto sbiancante. Facendo bollire delle foglie di salvia in acqua per 10 minuti circa è possibile fare un decotto, e con quest'ultimo sciacquarsi la bocca come fosse un colluttorio.




Share:

giovedì, giugno 30, 2016

Smagliature rimedi naturali


Le smagliature sono delle infiammazioni che si presentano sotto forma di strie e si localizzano principalmente su alcune parti del nostro corpo come ad esempio seno, pancia, fianchi e glutei per le donne, invece nell'uomo le smagliature appaiono soprattutto nella zona sopra i glutei, su addome e torace. Non è semplice eliminarle, tuttavia ci sono tanti modi per ridurle grazie soprattutto a dei rimedi naturali e a determinati trattamenti estetici.

La causa delle smagliature


La causa delle smagliature


Le smagliature sono provocate dalla perdita di tessuto elastico della pelle dovute a pressioni eccessive durante i periodi di eccessivo aumento di peso come la gravidanza e l'adolescenza. Principalmente le situazioni che comportano la formazione di smagliature sono queste:
  • Familiarità

  • Razza ( infatti le donne afro-americane hanno meno probabilità di sviluppare smagliature)

  • Scarsa nutrizione

  • La produzione dell'ormone, corticosteroidi
  •  Aumento di peso oppure perdita di peso possono peggiorare le smagliature

  • Gravidanze multiple


I rimedi naturali





I rimedi naturali per le smagliature sono un tentativo per prevenirle o attenuarle, poichè purtroppo è impossibile farle scomparire del tutto. Per eliminarle è necessario rivolgersi ad un chirurgo e prepararsi a trattamenti estetici.

Per renderle meno evidenti o per prevenirle, si può usare il succo d’aloe, da mettere nella zona interessata; questo rimedio si addice soprattutto nelle ragazze giovani.

Ottimi rimedi sono anche l’olio di borragine, gli estratti di equiseto, il burro di cacao, l’olio di argan, il burro di karitè, l’olio di jojoba, l’olio di lavanda, l’olio di iperico, l’olio di avocado, l’olio di lino, l’olio di mandorle dolci, il burro di cocco e gli estratti a base di rosa mosqueta. Si tratta di rimedi che fanno la loro efficacia quando vanno spalmati e tenuti in posa per circa 10 minuti.

Con questi ingredienti si possono realizzare anche delle maschere antismagliature fai da te, mescolando ad esempio un cucchiaio di olio di mandorle con 5 gocce di olio essenziale di calendula, che poi si va a spalmare sulla zona che interessa il corpo.

Anche l’argilla ventilata è un altro buon rimedio per eliminare le smagliature. Si può trovare ovunque in commercio, si fa la maschera e si applica sulla zona interessata, quando sarà bene asciutta si toglie con dell'acqua fredda.


Inoltre esistono numerose creme per le smagliature, bisogna optare e scegliere sempre quelle naturali (controlliamo sempre l’INCI) a base di vitamina A ed E, o creme che comprendano oli essenziali e che aiutano la pelle ad essere elastica come l’olio essenziale di calendula e di geranio. 


Come prevenire le smagliature


Per prevenire le smagliature ci sono delle regole da seguire, occorre innanzitutto adottare un regime alimentare corretto povero di grassi, che comprenda molta frutta, cereali integrali e verdura, inoltre bere almeno 2 litri di acqua al giorno, in modo da reidratare la pelle.


Share: